Il Registro Nazionale degli Aiuti: una best practice per monitorare, conoscere e pianificare.

Ogni impresa dovrebbe aver cura di tenere monitorate le agevolazioni richieste, in modo da conoscere, in qualsiasi momento, l’entità dei contributi ricevuti in un determinato intervallo di tempo.

Il Registro Nazionale degli Aiuti di Stato (RNA) è un’importante azione di sistema, cofinanziata con oltre 17 milioni di euro dal PON Governance e Capacità Istituzionale per il periodo 2016-23, con l’obiettivo di evitare il cumulo dei benefici o, nel caso degli aiuti de minimis, il superamento del massimale di aiuto concedibile imposto dall’Unione Europea. 

Rappresenta la risposta italiana alle disposizioni comunitarie per il controllo e la trasparenza degli aiuti di Stato ed è progettato per consentire ai titolari e gestori di misure di aiuto di effettuare i controlli amministrativi nella fase di concessione attraverso il rilascio di specifiche “visure”. 
Oltre alle funzioni di controllo, il Registro rafforza e razionalizza le funzioni di pubblicità e trasparenza relativi agli aiuti concessi, in coerenza con le previsioni comunitarie.

Dall’entrata in vigore, il 12 agosto 2017, ciascun provvedimento che dispone la concessione di aiuti a favore di un’impresa, per avere efficacia deve riportare i codici identificativi rilasciati dal Registro, attestando così che gli aiuti pubblici siano concessi nel rispetto delle disposizioni previste dalla normativa comunitaria.

Confidi Systema! e RNA.
Confidi Systema! nell'ambito delle attività svolte a servizio delle imprese, può rivestire anche il ruolo di "Soggetto concedente", che gestisce direttamente misure pubbliche per lo più orientate a favorire l’accesso al credito delle MPMI clienti (es. gestione diretta di Fondi di Garanzia pubblici, di contributi in conto interessi oppure contributi pe ril costo della garanzia associata al finanziamento). 
Anche le Controgaranzie del Fondo di Garanzia (FDG) costituiscono aiuto di stato, ma non essendo basate su Fondi dati in gestione a Confidi Systema!, ancorché la loro attivazione sia connessa alla garanzia di confidi, la registrazione di questi aiuti sull’RNA non spetta a ConfidiSystema! ma direttamente al Gestore del Fondo.

Per facilitare la conoscenza di questo strumento illustriamo di seguito una breve scheda di sintesi.

TIPLOGIE DI AIUTI IN RNA.
Il Registro Nazionale degli aiuti di Stato contiene informazioni riguardanti:
•    gli aiuti di Stato autorizzati dalla Commissione o concessi in base ad un regolamento di esenzione;
•    gli aiuti de minimis concessi ai sensi del Regolamento (UE) 1407/2013;
•    gli aiuti concessi a titolo di compensazione per i Servizi di interesse economico generale, ivi compresi quelli in de minimis ai sensi del Regolamento (UE) n.  360/2012;
•    i soggetti tenuti alla restituzione degli aiuti dichiarati incompatibili in applicazione della cosiddetta “regola Deggendorf”.

Per gli adempimenti relativi agli aiuti di Stato nei settori agricolo e forestale, disciplinati dalla normativa europea di riferimento, continuano ad operare i Registri dell’Agricoltura e della Pesca verso i quali è prevista l'integrazione ed interoperabilità del Registro Nazionale degli aiuti di Stato.

CHI DEVE ALIMENTARE IL REGISTRO NAZIONALE DEGLI AIUTI?
Il soggetto che concede l’Aiuto alla singola impresa – di norma l’Ente pubblico o un suo delegato - ha l’obbligo di alimentare il Registro Nazionale Aiuti. 
Le informazioni e i dati presenti nel Registro nazionale Aiuti sono conservati e resi accessibili per almeno dieci anni dalla data di concessione dell'Aiuto.

CHI DEVE CONSULTARE IL REGISTRO NAZIONALE DEGLI AIUTI?
L’RNA deve essere obbligatoriamente utilizzato per verificare il rispetto dei divieti di cumulo e delle altre condizioni previste dalla normativa per la concessione degli aiuti di Stato e degli aiuti de minimis. 
Vi possono quindi accedere oltre ai soggetti che concedono e amministrano gli aiuti anche i soggetti beneficiari degli stessi, quindi le imprese.

ACCESSO AL PORTALE RNA
L’accesso al portale avviene attraverso internet collegandosi a: https://www.rna.gov.it.
Il Portale ha un’area pubblica dalla quale si possono consultare liberamente gli Aiuti registrati in RNA e ricevuti dai singoli soggetti attraverso un motore di ricerca (Sezione Trasparenza/Aiuti Individuali), come ripreso dall'immagine sottostante.

L'accesso e la consultazione dle portale sono semplici.


AIUTO DI STATO E EQUIVALENTE SOVVENZIONE LORDA (ESL): COSA SONO?

La comunicazione della Commissione Europea (2016/C 262/01 art.107) ha elencato i seguenti elementi costitutivi dell’Aiuto di Stato:
•    l’uso di risorse pubbliche
•    il conferimento di un vantaggio per l’impresa (misurato di norma in ESL- Equivalente sovvenzione Lordo)
•    la selettività della misura (se si applica a tutte le imprese non è Aiuto di Stato)
•    gli effetti distorsivi sulla concorrenza e sugli scambi con imprese di altri Stati membri dell’UE
Qualora si tatti di aiuti nella forma di concessione di garanzie, sono previste regole particolari per il calcolo dell’ESL. Di norma si fa riferimento al metodo nazionale notificato e utilizzato anche dal Fondo di Garanzia.
Fai una domanda all’esperto
Se desideri approfondire i temi trattati nell’articolo, confrontarti sui contenuti e i suoi aggiornamenti puoi contattare personalmente l’Esperto di Confidi compilando il modulo di richiesta seguente.
L’invio di questo modulo implica il consenso al trattamento dei dati secondo le normative sulla privacy.*